Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider

Sirene al petrolchimico, prove di emergenza

 

Giovedì esercitazione per testare l'efficienza dell'apparato di allertamento acustico alla popolazione

Nella giornata di giovedì 30 ottobre, dalle 10 alle 12, avrà luogo la prova periodica di allarme “Sirene 2014″, attraverso la quale il Servizio Associato di Protezione Civile Terre Estensi in collaborazione con il comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, sperimenterà l’efficienza dell’apparato di allertamento acustico alla popolazione, previsto dal Piano di Emergenza Esterna redatto dalla Prefettura, simulando – senza alcun coinvolgimento attivo della cittadinanza – uno stato di emergenza conseguente al verificarsi di un incidente rilevante all’interno del Polo Chimico.

L’esercitazione. La prova consisterà nella simulazione dello stato di emergenza, causato da un incidente rilevante all’interno del Polo Chimico che coinvolga i centri abitati, mediante l’attivazione di diffusori acustici nelle modalità di allarme e cessato allarme.

Fase uno. Allarme (durata minuti 2), sarà diffuso con suono continuo di sirena tale segnale inviterà la popolazione a rifugiarsi in un luogo chiuso, seguendo le misure di autoprotezione contenute nell’opuscolo informativo “La gestione del riscio industriale” disponibile presso: l’Urp (Via Spadari, 2), gli uffici delle Delegazioni Comunali e della Protezione Civile (via G. Marconi, 35), nonché sul sito internet del Comune.

Fase due. Sarà diffuso con un suono di sirena intervallato da brevi pause. Questo segnale informerà la popolazione del cessato pericolo e del ritorno alla normalità.

La gestione del rischio industriale. Di seguito l’opuscolo redatto dal Comune e dagli organi preposti alla sicurezza con le informazioni utili per i cittadini in caso di emergenza.

 

Fonte: Estense.com clicca qui per leggere l'articolo originale.